Estratto da Piano Triennale Offerta Formativa  Triennio 2016-2019 – aggiornamento anno scolastico 2018-‘19

Progetto di potenziamento e di recupero

In linea con quanto stabilito dalla Legge 107/2015, i docenti dell’organico dell’autonomia concorrono alla realizzazione del piano triennale dell’offerta formativa con attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento. Questo progetto ha come finalità il miglioramento dei risultati degli alunni e il rafforzamento della motivazione allo studio ed in particolare la prevenzione della dispersione scolastica.

Molte sono infatti nel nostro istituto le forme della dispersione: ripetenza, irregolarità nella frequenza, ritardi, disturbo dell'attività didattica, rifiuto di eseguire consegne, apatia, iperattività, uscita anticipata da sistema scolastico, tali da indurre gli operatori della scuola ad affrontare continue sfide e quotidiane difficoltà. Il Progetto di potenziamento ha l’obiettivo di prevenire la dispersione e l'abbandono  scolastico e aiutare gli alunni considerati "difficili" a vivere positivamente la scuola; contemporaneamente esso tende a favorire per tutti l'apprendimento dei saperi minimi. In tale ottica esso può essere efficacemente sfruttato anche per alunni con DSA e BES. Si fonda principalmente sul potenziamento dei contenuti delle attività didattiche curriculari e laboratoriali per far emergere l'autostima e l'autoefficacia in ciascuno.

Nell' ambito delle azioni di miglioramento individuate in fase di elaborazione del RAV per l' anno scolastico corrente, l'Istituto prevede anche l' attivazione di corsi per il recupero delle competenze nei saperi di base utilizzando tutti i docenti in organico;

Le azioni risultano così suddivise:

  • Azioni per il successo formativo

    L’istituto metterà in atto una serie di azioni aperte a tutti gli studenti, con particolare attenzione al biennio, per prevenire l’insuccesso e favorire lo sviluppo di abilità e competenze in base alle capacità proprie di ogni studente;

  • Azioni per il Recupero /sviluppo attraverso lo sportello didattico (orario extracurricolare)

E’ finalizzato al recupero  di carenze specifiche e circoscritte per studenti che incontrano difficoltà nel percorso di studio, o per effettuare approfondimenti  su tematiche diverse.

Viene attivato con un minimo di 6 alunni e con un massimo di 12 alunni, anche di classi parallele, e può essere richiesto dagli studenti e/o sollecitato dal docente, se vede degli alunni in difficoltà; si svolge indicativamente una volta alla settimana, per una o due ore per materia.

Il docente predispone attività di recupero/approfondimento delle conoscenze, esercitazioni finalizzate alle prove scritte, indicazioni e metodologie per guidare lo studente nello studio.

  • Azioni per l’Attività di Peer Education

E’una strategia educativa che si basa sull’aiuto tra pari: studenti competenti in alcune discipline aiutano altri studenti, che incontrano difficoltà nelle stesse discipline; si ritrovano a scuola con il coordinamento di alcuni docenti al termine delle lezioni

  • Azioni di Percorsi di Italiano L2 per alunni stranieri  o immigrati in Italia da molti anni

Verranno attivati percorsi di italiano L2 in orario curricolare e /o extracurricolare  per studenti neo arrivati o per rinforzare le competenze della lingua italiana anche per studiare le altre discipline.

  • Azioni di Corsi di recupero (orario extracurricolare)

Sono limitati di norma alle discipline di base e/o a quelle che presentano il maggior numero

di studenti  in difficoltà; sono attivati alla fine del primo e del secondo quadrimestre;  a questi si aggiunge il recupero in itinere.

  • Azioni Spazio - Ascolto: per studenti che attraversano periodi di difficoltà c’è la possibilità di rivolgersi alla Psicologa. Lo spazio è momento di confronto anche per docenti e genitori su problematiche relazionali.

Il Progetto dell’Istituto individua, in coerenza con il RAV riferito all’anno scol. 2017/18, le seguenti priorità:

  • ESITI DEGLI STUDENTI
  1. Risultati scolastici: Migliorare gli esiti scolastici attraverso azioni di potenziamento disciplinare e la valorizzazione delle attitudini personali, con la progressiva diminuzione della% di studenti con giudizio sospeso;

In collegamento con tale priorità: Migliorare le azioni di monitoraggio delle attività per il recupero ed il potenziamento delle discipline, con progressivo aumento della % di studenti con media fine anno ≥ di 7

  1. Risultati nelle prove standardizzate nazionali: Consolidare le azioni di sensibilizzazione sull’importanza dello svolgimento delle prove standardizzate INVALSI
  • COMPETENZE CHIAVE EUROPEE
  1. Promuovere la partecipazione a progetti curriculari di cittadinanza attiva, consolidando nel PTOF la presenza di progetti aventi come obiettivo l' acquisizione di abilità sociali e civiche ed il miglioramento delle relazioni.

Inoltre, in coerenza con gli obiettivi didattico educativi generali indicati nel PTOF, le attività di potenziamento saranno orientate a:

  1. Sviluppare la dimensione prospettica dell’apprendimento, medianteuna attenzione costante per gli studenti nell’individuazione dei loro fabbisogni, finalizzata a  garantire il pieno diritto allo studio in particolare degli studenti disabili, favorendo l’apertura della scuola verso l’esterno.
  2. Abbattere la dispersione scolastica anche mediante l'utilizzo integrato degli strumentiprevisti dalla legge 107/2015, fra cui la nuova offerta formativa (c. 7), l’alternanza scuola-lavoro, l'innovazione didattica e degli ambienti per l'apprendimento.
  3. Promuovere una progettualità didattica curricolare ed extracurricolare volta a valorizzare e potenziare la formazione degli studenti, offrire loro ambiti di formazione specifica, con l’intendimento di certificarne i saperi e le competenze attraverso l’apprendimento digitale dei saperi stessi, nell’ottica di una politica strutturale di innovazione degli ambienti e della didat
  4. Attivare iniziative di Orientamento come politica attiva, in sinergia tra scuola e mondo del lavoro, come antidoto alla dispersione

Per le azioni programmate si rinvia alle Comunicazioni di Servizio pubblicate nel corso del presente anno scolastico


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.